Terra Piatta – 7 domande frequenti

Terra Piatta – Domande lecite e spontane più frequenti

Domanda 1: Dov’è il bordo della Terra Piatta

Perchè ci chiediamo se c’è un confine, e perché crediamo che ci debba essere? Perchè quando siamo introdotti al concetto di Terra Piatta pensiamo alle illustrazioni che qualche volta abbiamo visto sull’argomento e nei libri di scienze a scuola, la Terra Piatta è sempre dipinta in questo modo: con un bordo dal quale le acque scivolano a picco nell’infinito trascinando con se la malcapitata nave che osa avvicinarsi. Vedi immagine sotto.

confine di terra piatta
confine di terra piatta

In realtà nel modello ufficiale della Terra Piatta l’Antartide, che ci è stato detto essere un piccolo continente ghiacciato confinato al Polo Sud del Pianeta, è una barriera di ghiaccio e terra alta minimo 200 piedi che contiene le acque degli oceani.

confine del mondo che trattiene gli oceani
confine del mondo che trattiene gli oceani

Domanda 2: Dova va il Sole se la Terra è piatta?

Nel modello piatto il sole non tramonta, né sorge, ma viaggia in senso orario da Est ad Ovest attorno e sopra il piano terrestre ogni 24 ore, ed illumina solo mezzo piano alla volta.

moto di rotazione del sole/luna sula terra piatta
moto di rotazione del sole/luna sula terra piatta

Il Sole sembra tramontare e sorgere solo in virtù della prospettiva che lo fa sparire all’orizzonte nel punto di fuga, là dove il nostro occhio, per sua configurazione biologica, non può raggiungerlo. E visto che il Sole non è distante 152 milioni di chilometri ed è molto più piccolo di quello che ci dicono, esso illumina solo una parte del livello terrestre e sparisce là dove la linea dell’orizzonte incontra il cielo.

prospettiva umana e punto di fuga
prospettiva umana e punto di fuga

Cosa c’è al di sotto della Terra Piatta?

Questa domanda non ha una risposta, sia per chi crede che la Terra sia una palla, sia per chi crede che sia un piano. Poichè la profondità più importante mai raggiunta dagli strumenti dell’uomo è di solo 13 chilometri.

buco più profondo mai scavato dalla razza umana - 13000 mt.
buco più profondo mai scavato dalla razza umana – 13000 mt.

Dunque non sappiamo cosa ci sia. Anche la teoria che all’interno del globo vi sia un nucleo di ferro fuso è solo una mera speculazione, nessuno sa come sia la terra all’interno, sia che sia un globo o no. Ma ovviamente a scuola ci viene venduto come indiscutibilmente vero un modello che è solo dedotto.

Spaccato del presunto globo - mai dimostrato!
Spaccato del presunto globo – mai dimostrato!

Domanda 4: Perchè allora le navi sembrano sparire all’orizzonte dietro alla presunta curvatura terrestre?

Anche questo è dovuto alla prospettiva dell’occhio umano. Le navi non spariscono “dietro” all’orizzonte, ma “dentro” ad esso, rimpicciolendosi fino a non essere più visibili, ma con un telescopio le navi o gli oggetti (compreso il sole) che sembrano sparire dietro la presunta curvatura, possono essere facilmente recuperati e più l’obbiettivo è potente, più riusciremo ad andare lontano e riacciuffare quello che, dovuto alla prospettiva, è scappato dalla nostra limitata vista. Provate voi stessi.

Nave sparita dietro la "curvatura" recuperata con un binocolo
Nave sparita dietro la “curvatura” recuperata con un binocolo.

Una risposta a questa domanda è un’altra grande domanda che tutti dovremmo farci: perché la curvatura terrestre non può essere vista nemmeno ad un altitudine di 121000 piedi (36 km/36000mt!!!!!) , ma anzi, l’orizzonte sembra perdersi a vista d’occhio e rimane sempre a livello del nostro sguardo? Perchè non c’è curvatura dimostrabile, per questo niente può sparire dietro ad essa.

Nessuna curvatura visibile nemmeno a 40 km di altitudine
Nessuna curvatura visibile nemmeno a 40 km di altitudine

Domanda 5: E tutte quelle foto scattate dall NASA alla terra?

Questo è il punto che mi piace di più. Non esistono foto reali della terra!!!!! Per loro stessa ammissione, i capi della NASA hanno dichiarato di non aver MAI scattato fotografie alla terra, poiché i satelliti NON hanno macchine fotografiche, ma sensori che analizzano dati che vengono poi elaborati dalla computer-grafica. Pazzesco.Scriverò sicuramente in futuro, a tal proposito, circa il caso del grafico della NASA che ammise in un intervista che tutte le foto della terra ripresa dallo spazio erano finte e di averle lui stesse elaborate. Dipendente NASA poi soprannominato MR . Blue Marble (Signor Marmo Blu) in onore del titolo della prima fotografia rilasciata dalla NASA, scattata dall’ Apollo del 1972 e creduta vera fino a pochi anni fà.

Basta confrontare le 8 fotografie ufficiali che la NASA durante gli anni ha rilasciato, spacciandole per vere e notare come le nuvole siano finte, spesso uguali in diversi punti del presunto globo e di come le dimensioni del Nord America siano variate radicalmente nel corso del tempo e come i colori stessi e la qualità delle fotografie siano cambiati a seconda dell’evoluzione della Computer-Grafica. Mettetevelo in testa: non siamo mai andati nello spezio e non esistono fotografie reali. Per loro stessa ammissione. Vedi foto sotto:

Fotografie ufficiali della terra scattate dalla NASA
Fotografie ufficiali della terra scattate dalla NASA e spacciate per vere. NASA ha poi ritrattato ammettendo di averle ottenute con la computer grafica, ma solo nel 12/06/2012 con il famoso caso del MR. Blue Marble. Dunque per ben 40 anni hanno fatto finta che fossero fotografie reali.

Domanda 6: E gli altri pianeti?

Per lo stesso motivo di cui sopra. Quando comparate una foto reale, scattata con un telescopio professionale da migliaia di euro di un astronomo professionista ed una della NASA, vi renderete subito conto di come quelle di NASA siano TUTTE generate al computer. Ma questo dei pianeti è un argomento molto specifico che affronterò in sede opportuna. Solo vi metto un esempio della enorme differenza fra una foto professionale reale ed una della NASA, in questo caso uno dei pianeti più belli del nostro cielo, Saturno con i suoi anelli:

Differenze fra una foto reale ed una generata al computer
Differenze fra una foto reale ed una generata al computer

Domanda 7: Lo spazio profondo è reale?

Questa non è una foto reale dello spazio profondo
Questa non è una foto reale dello spazio profondo, ma una delle tante immagini che ci provengono dal presunto telescopio spaziale Hubble che invia dati successivamente rielaborati al PC.

Sì e no. Nel senso che tutto il materiale che abbiamo sullo spazio profondo ci viene da Hollywood, cartoni animati o immagini elaborate al computer della nasa, documentari che vediamo su canali dedicati tipo Focus o D-Max o National Geographic. Non esiste ad oggi una reale fotografia dello spazio, le stesse foto del presunto Hubble sono dati elaborati dai suoi altrettanto presunti sensori. Oltre a questo la NASA, la ESA, Samantha Cristoforetti e Obama hanno dichiarato di volere entro i prossimi venti anni mandare l’uomo oltre la “Fascia di Van Allene che nessuno fino ad oggi ci è mai riuscito : La fascia di Van Allen è un cerchio di particelle cariche (plasma) all’interno della magnetosfera terrestre trattenute dal campo magnetico terrestre per effetto della forza di Lorentz. Queste particelle cariche “urtandosi” tra di loro perdono energia cinetica sotto forma di radiazione che raggiunge i 30KeV e sono altamente dannose per l’uomo e per gli strumenti elettronici. Basta questo per confermare che nessun uomo o oggetto è mai uscito dall’orbita bassa terrestre. Dunque, come cacchio sono riusciti 50 anni fa a mandare l’uomo nello spazio, oltre questo ostacolo, fin sulla Luna, quando nemmeno oggi esiste la tecnologia per farlo? La risposta diventa semplice: INGANNO. SPECULAZIONE. Lo spazio esiste, lo vediamo quando di notte ammiriamo la grande volta stellata (nei luoghi dove ciò è ancora possibile), ma non ci siamo mai stati e non sappiamo di cosa sia fatto e cosa ci sia lì fuori.

Questo articolo proseguirà con una seconda ed una terza parte, per non annoiarvi troppo tutto in una volta. Baci ed auguri per un futuro migliore.

Precedente Latitudine in Antartide - Longitudine e Latitudine su Terra Piatta Successivo Fasi Lunari ed Eclissi di Sole su una Terra Piatta