Polo Sud – Il muro Antartico e la barriera di ghiaccio


Nel modello a terrapiatt
a del cosmo, il Polo Nord è il centro immobile del mondo e dell’intero universo.
Polaris, la stella del Nord, siede direttamente sul Polo Nord al punto più alto dei cieli, e come una cupola planetaria rotante, tutti i corpi celesti ruotano intorno a Polaris e
alla Terra una volta al giorno.
Il sole circo
la e percorre la circonferenza della terra ogni 24 ore, continuando a viaggiare ogni anno dall’equatore, durante l’equinozio di primavera del 21 marzo, fino al tropico del cancro durante il solstizio di giugno; dopodichè torna all’equatore per l’equinozio autunnale di settembre, e poi si allontana fino al tropico del Capricorno fino al solstizio dinverno di dicembre per poi ricominciare il ciclo. Ma vedremo ed approfondiremo questo concetto in opportuna sede.
Nel modello
terra-piana, il Polo Sud non esiste affatto e l’Antartide è invece un gigantesco muro di ghiaccio che si estende per tutta la circonferenza della Terra e che trattiene gli oceani come una ciotola gigante o una “coppa del mondo”.
Per quanto strano questo concetto p
ossa suonare in un primo momento, è un fatto. E’ un fatto accertato da molti navigatori che se si imposta una rotta a sud da qualsiasi parte della Terra, inevitabilmente prima o presso i 78 gradi di latitudine meridionale, ci si troverà faccia a faccia con una barriera di ghiaccio torreggiante alta dai 100 mt ai 2000mt e forse più che si estende a est e ad ovest l’intera circonferenza del mondo!



“La barriera di ghiaccio, così frequentemente indicata nei
diari di viaggio nelle regioni antartiche, è la parte anteriore dell’enorme copertura del ghiacciaio, o cappello di ghiaccio, che, accumulandosi in campi vasti e ondulati a causa di nevicate pesanti e raggiungendo fino a centinaia, se non migliaia, di metri di spessore, scivola dal continente antartico nel mare polare.
Le barriere di ghiaccio,
che sono ancora una parte della cupola di ghiaccio, si presentano al navigatore che ha abbastanza audacia per avvicinarsi al suo fronte pauroso, come una parete solida e perpendicolare di ghiaccio di marmo. Masse gelate che  vanno da mille a duemila piedi di spessore, sui quali si innalzano altri cento o duecento piedi di ghiaccio, posti sopra altro ghiaccio e tarra che da ottocento a milleottocento piedi affonda sotto il livello del mare. “

Da Greely, Generale A. W. “Anctarctica, o il Hypothetical Southern Continent”. Cosmopolitan 17 (1894)

(Originale: “The ice-barrier, so frequently referred to in accounts of the Antarctic regions, is the fore-front of the enourmous glacier-covering, or ice-cap, which, accumulating in vast, undulating fields from the heavy snowfall, and ultimatly attaining hundreds, if not thousands, of feet in thickness, creeps from the continent of antarctica into the polar sea.The ice-barriers, yet a part of the parent ice_cap, present itself to the navigator who has boldness enough to approach its fearfull front, as a solid, perpendicular wall of marble-like-ice. Ranging from one thousand to two thousand feet in thickness, of which from one hundred to two hundred feet rises above, and from eight hundred to eighteen hundred feet sinks below, the level of the sea. “)

“È stato dimostrato che la terra è un piano, il cui centro è immediatamente sotto la stella chiamata ‘Polaris’ e le cui estremità sono avvolte da un’ampia regione di ghiaccio e acqua e di masse irregolari di terra.
Tutto termina nella nebbia e nell’oscurità, dove la neve e la grandine, piogge battenti e venti portentosi, tempeste urlanti, ondate grandi come montagne e gli iceberg in rotta di collisione sono quasi costanti. “

Da DR. Samuel Rowbotham, “Zetetic Astronomy, Earth Not a Globe!”

(Originale: “It has been demonstrated that the earth is a plane, the surface-center of wich is immediately underneath the star called ‘Polaris’ , and the extremities of which are bouded by a vast region of ice and water and irregular masses of land.The whole terminates in fog and darkness, where snow and driving hail, piercing sleet and boisterous winds, howling storms, madly-mounting waves, and clashing icebergs are almost constant. “)

Successivo Antartide - Circunavigare il Polo Sud da est a ovest, le testimonianze reali